NOI ITALIANI ALL'ESTERO PROMUOVIAMO L'ITALIA

itLosAngeles

LO SAPEVI CHE PERSONAGGI

Elsa Maxwel, la donna che inventò Venezia!

Elsa Maxwel - Elsa tra degli amici

Elsa Maxwel, la potentissima PR statunitense, amica dei divi del Cinema che talvolta manipolava a dovere, fece tremare Hollywood. Dagli anni trenta ai cinquanta, la Maxwel imperversò come un ciclone nel mondo del giornalismo e del gossip!

Elsa Maxwel

Elsa Maxwel è stata una delle giornaliste più influenti, pungenti, acute e intraprendenti del suo tempo ed era anche una fucina d’idee inesauribile. La chiamavano “la pettegola di Hollywood” o più impietosamente il “rospo”, ma Venezia probabilmente le deve moltissimo.

Elsa Maxwel - Gondoliere a Venezia

La giornalista americana, piuttosto sgraziata, e bruttina, desiderava essere amica dei divi, amava l’Italia e adorava letteralmente Maria Callas. Le rimase sempre attaccata l’etichetta di donna vendicativa e infida, manipolatrice e furbissima, con degli occhi da falco. Allegra di temperamento, la Maxwel faceva divertire tutti, ma guai a contrariarla, poteva diventare malevola e velenosa. Tuttavia, la sua fortuna ebbe una scintilla scatenante davvero particolare. Si trattò da ragazzina dell’esclusione dalla festa di compleanno di una sua ricca compagna di classe. Elsa e la sua famiglia non appartenevano alla buona società, e neanche aveva ricevuto una buona educazione. Quella ferita bruciante la trasformò.

La Maxwel a Venezia

In Elsa si scatenò un’ambizione smodata che la portò a diventare invece l’artefice dalle feste dei divi. Diventò amica riverita intima e temuta di famosi e potenti che pendevano dalle sue labbra, ma lei voleva di più. La Maxwel aveva un debole per l’Italia e i suoi tanti attori di quegli anni con cui amava intrattenersi.

Elsa Maxwel - Attori amici di Elsa Maxwel

Tuttavia, la città più bella, Venezia, in estate si svuotava, e non esisteva il turismo che esplose solo poco dopo. Elsa ebbe un’idea geniale! Nel 1925 e 1926, per esempio, avrebbe inventato le gare dei motoscafi al Lido di Venezia e non si fermò lì. Fu lei a rilanciare nel secondo dopoguerra Capri e sempre nel Lido di Venezia attirò banchieri, miliardari, starlette e divi del Cinema. Fece arrivare con le sue conoscenze scrittori famosi e artisti squattrinati in cerca di paparazzi, ma anche attrici bellissime.

Maria Callas e Onassis a Venezia

Sbarcarono al lido di Venezia Charlie Chaplin ad Albert Einstein, Gary Cooper, Agnelli, da Scott Fitzgerald e Marilyn Monroe. Per attirare l’attenzione dei giornali e dei rotocalchi, l’americana intrallazzò per far esplodere una delle passioni più note tra Maria Callas e Aristotele Onassis. Lei stessa li fece incontrare ad una festa in maschera dalla Principessa Ruspoli a Venezia, il 3 settembre 1957. Cionondimeno, deserta in estate, Venezia si popolò. La Maxwel da Los Angeles a Venezia non conosceva limiti, infatti, una volta lanciò galline vive tra le signore ingioiellate. Al riguardo, un’altra volta sparpagliò capre e maialini, generando lo scompiglio generale, ma faceva divertire il bel mondo, e la lasciavano fare. La giornalista aveva la capacità incredibile di attirare confidenze e segreti, era la columnist del gossip più potente. Elsa la più informata sui pettegolezzi della buona società, e sapeva tutto sulle storie d’amore, clandestine.

Elsa Maxwel da Hollywood all’Italia

Il segreto del successo della Maxwel era proprio nel saper custodire i segreti inconfessabili, e gli scheletri nell’armadio dei potenti. Tutto questo era per lei merce di scambio. L’intelligenza brillante e il grande senso dell’umorismo insieme con una straordinaria e non comune fantasia, resero Elsa la regina del gossip. L’americana organizzava feste ed eventi mondani memorabili e sapeva inventare dal niente delle carriere. La regina dei rotocalchi in bianco e nero, con un debole per il melodramma, non dimenticò mai l’Italia.

Elsa Maxwel, la donna che inventò Venezia! ultima modifica: 2020-01-02T09:00:00-05:00 da Simona Aiuti
To Top