CURIOSITA' ITINERARI MONUMENTI

Hollywood, la scritta in cima alla collina che ha fatto storia

Hollywood- uno dei viali di Los Angeles

Chi non ha mai visto un film con l’inquadratura della scritta Hollywood sulle colline di Los Angeles? Ognuno di noi almeno una volta ha visto le lettere cubitali del famoso quartiere di questa fantastica città della California. Ma ne conoscete la storia?

Hollywood la collina- due turisti su un belvedere

Hollywood non è una città, Hollywood è il sogno americano

L’America paese di grandi strade e distanze, creato dal nulla da emigranti e gente che voleva ricominciare da capo, più di ogni altro rappresenta il sogno di chi vuole “Sfondare” e in America c’è una città che meglio rappresenta il sogno americano, questa città è Los Angeles e Hollywood è l’essenza di chi ha un mito da raggiungere. Questo distretto (Los Angeles non ha confini definiti) composto da circa 300.000 abitanti è l’immagine iconica in tutto il mondo di questo grande paese.

Strade Di Hollywood

La scritta Hollywood sta a Los Angeles come la torre Eiffel sta a Parigi

Nelle inquadrature dei film o nelle ambientazioni fotografiche se vogliamo far  capire in quale parte del mondo siamo, immortaliamo il monumento tipico di quel paese. Se siamo a Londra è il Big Ben, se siamo a Roma il Colosseo, se siamo a Parigi la torre Eiffel. Per dare l’idea di dove siamo parlando di America la famosa scritta sulle colline di Beverly Hills è il monumento nazionale. L’America è paese di grandi opportunità ma con una storia recente. Per noi italiani un monumento, prima di essere definito tale è assunto a gloria nazionale solo se è stato progettato dai nostri artisti più famosi. Se dovessimo pensare ad un nostro  monumento recente penseremmo ad un’opera di Renzo Piano.

Il bosco di agrifogli e un equivoco

L’artefice della fortuna di questa collina fu l’imprenditore di origini scozzesi Hobart Johnstone Whitley, detto il “Padre di Hollywood” per le grandi opere e costruzioni che realizzò in questa zona della California. La storia del nome lo rivela lo stesse Horbart nei suoi diari. Si trovava in viaggio di nozze nel 1886 e si trovava in cima alla collina che dava sulla valle. Ad un certo punto incontra un uomo cinese che guidava un carro pieno di legna (non è una barzelletta) l’uomo scese e si inchinò, Hobart gli chiese cosa stesse facendo e il cinese rispose:” I Holly wood” intendendo invece “”I’m hauling wood” cioè “sto trasportando legna”. L’imprenditore rimase folgorato dall’idea. Holly significa agrifoglio e wood legno… L’agrifoglio avrebbe ricordato l’Inghilterra e il legno le sue origini scozzesi.

Hollywood- significa bosco di agrifoglio

Un atto notarile certifica il nome

Dopo questo equivoco, il nome venne utilizzato ufficialmente in atto notarile nel 1887 da un certo H.H.Wilcox, che vi impiantò la sua azienda agricola da 160 ettari, insomma un Ranch. Solo pochi decenni più tardi sarebbe diventata la “Mecca del cinema” che tutti conoscono.

Era una pubblicità immobiliare

Illuminata da 4000 lampadine è lì dalla fine dell’estate del 1923 e doveva servire a vendere appartamenti. Un pò come la torre Eiffel, sarebbe dovuta rimanere solo temporanemante, ha compiuto invece 90 anni nel 2013. Originariamente la scritta era “Hollywoodland” e i costruttori pensavano di smontarla dopo un anno circa ma la ditta la mantenne curata fino al 1929, dopo la grande depressione venne abbandonata.  Nel frattempo però era diventata simbolo dell’industria cinematografica! Conobbe vari restauri più o meno sommari, fu la Camera di Commercio di Los Angeles, attuale proprietaria, nel 1949 a rimuovere le ultime lettere “land”, rimase così solo il nome del distretto anzi, del quartiere americano più famoso. E voi, ci siete mai stati?

Mara Austen Diamanti

Autore: Mara Austen Diamanti

Mara Diamanti, beauty e cosmetic designer, sono nata per viaggiare e scoprire. Amo la Bellezza in ogni dove, le lettere maiuscole perché indicano sempre un nuovo inizio, adoro scrivere, leggere e osservare. Non convenzionale. Italiana, vivo a Londra
Hollywood, la scritta in cima alla collina che ha fatto storia ultima modifica: 2019-05-24T09:00:12-04:00 da Mara Austen Diamanti

Commenti

To Top