Olmo Zucca e il suo sogno americano che si realizza vincendo un Grammy - itLosAngeles

itLosAngeles

ARTE LO SAPEVI CHE

Olmo Zucca e il suo sogno americano che si realizza vincendo un Grammy

Olmo Zucca - Venice Beach

Olmo Zucca, venticinquenne torinese, partito per gli U.S.A. dove ha trovato un lavoro da lavapiatti, si ritrova invece ad essere cantautore di successo, vincendo addirittura un Grammy con “Water”.

Olmo Zucca

Compositore in pectore, sognava Olmo e ad un certo punto della sua vita, ha pensato che doveva chiudere il trolley e volare a Los Angeles, dove ha iniziato a fare il lavapiatti in nero per “stare a galla”. Eppure la svolta era dietro l’angolo. Con un diploma al liceo linguistico in tasca, che oggettivamente era “pochino”, Olmo Zucca però aveva superato il pre test della Berklee College of Music di Boston.

Olmo Zucca - Grammy in foto

Frequentare la prestigiosa scuola era un sogno che si stava realizzando, o almeno parte di esso. Come dicevo, si è dovuto trovare anche un lavoro come lavapiatti a nero ed è riuscito a trovare una sorta di lavoro non retribuito nello studio di produzione Walles Lale. Stare lì comunque e imparare è stato importantissimo come esperienza e non solo. Ha potuto conoscere Ghali Michele Zocca, produttore di Blanco e “mettere le mani in pasta”.

Tyla Water – Walles lale

Ha cominciato a fare sul serio musica, però anche lì l’esperienza si è conclusa. Il visto scaduto con malinconia, ma con un bagaglio importante. Vivendo da clandestino, aveva anche pensato di mollare, e intanto continuava a fare il lavapiatti. Un giorno però per caso ha ascoltato la sua canzone alla radio, di quando stava alla Walles Lale. Olmo Zucca ancora non lo sapeva, ma qualcosa stava sul serio cambiando. Quel giorno alla radio stava passando una delle tracce che aveva coprodotto.

Il manager di Tyla, una cantante sudafricana emergente, aveva ascoltato il suo brano “Water” e lo aveva comprato e il singolo stava diventando una hit. Olmo aveva quindi prodotto una delle dieci canzoni più richieste al mondo in quel momento. Da quell’istante molti manager hanno iniziato a chiamarlo per avere i diritti sull’uso del brano che aveva coprodotto. E così sono arrivati anche i guadagni e il Grammy.

Grammy – Olmo Zucca

Olmo Zucca non ricordava neanche dapprincipio d’aver prodotto quella canzone, che invece gli ha portato tanta fortuna. Ed è stato sicuramente come ricevere una scarica d’adrenalina, pensando che un momento prima non riusciva a pagare l’affitto e un momento dopo, poteva comprarsi il condominio. Inoltre a febbraio come accennavo, Olmo Zucca ha vinto il Grammy per la migliore interpretazione di musica africana. E’ riuscito a vendere i diritti alla Sony per centinaia di migliaia di euro. In cambio c’è il 25% dei ricavi per dieci anni, niente male. “La mia vita è cambiata radicalmente nel giro di poche ore, mi ci è voluto un po’ per realizzare tutto. Ero un lavapiatti che viveva alla giornata, per giunta clandestino, a Los Angeles. Un attimo dopo sono diventato un artista richiesto dalle più grandi case di produzione al mondo. Ho realizzato il mio sogno e non sapevo neanche che stesse per accadere.”

Olmo Zucca e il suo sogno americano che si realizza vincendo un Grammy ultima modifica: 2024-06-24T14:54:48-04:00 da simona aiuti

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Promuovi la tua azienda in Italia e nel Mondo
To Top
0
Would love your thoughts, please comment.x