ARTE MUSEI

Capolavori italiani: le ultime acquisizioni del Getty Museum

Capolavori italiani. Il Getty Center Museum visto dall'alto

Dipinti, sculture, codici provenienti da tutto il mondo. È questa la ricca collezione del Getty Museum di Los Angeles. Qui è possibile fare un vero e proprio tour geografico nel mondo dell’arte. Passando da opere di derivazione europea, ad altre di provenienza asiatica. Un percorso che muove anche nel tempo e che vede omaggiate le produzioni di un’Italia antica. Dagli etruschi ai romani. E proprio recentemente due importanti acquisizioni sono andate a valorizzare ulteriormente la collezione museale. Si tratta di capolavori italiani. Scopriamo insieme di cosa si tratta.

Frammenti di italianità al Getty Museum

L’istituzione museale annovera nella sua collezione diversi esemplari italiani. Pezzi che si trovano per lo più presso la Getty Villa. Un edificio che riprende già nell’architettura il gusto dell’arte classica. Organizzata sulle linee di un’antica dimora romana, non può che ospitare opere della Terra dello Stivale. Il risultato dell’abilità di quei popoli che si trovarono a vivere il territorio in tempi remoti. Citare i numerosi prodotti artistici qui presenti sarebbe una lunga impresa.

Capolavori italiani. Una sala del Getty Museum con busti classici
Foto di Monica Volpin da Pixabay

Ma di certo possiamo ricordare alcuni degli autori più conosciuti. Oltre a creazioni antecedenti la nascita di Cristo, il museo accoglie opere di un passato più recente. E per quanto riguarda l’Italia risaltano i contributi del Rinascimento. Correggio, Andrea Mantegna, Masaccio, Tiziano. Testimonianza di celeberrimi artisti e di un periodo particolarmente fecondo. Accanto a questi nomi si trovano altri importanti protagonisti della pittura. Van Gogh, Rembrandt, Manet, Renoir. Un vero e proprio itinerario nel tempo e nello spazio fra le star del mondo dell’arte.

Capolavori italiani: arte sacra

A far capolino tra gli ultimi acquisiti del Getty Museum figurano due capolavori italiani. Un dipinto e una scultura appartenenti a momenti storici differenti. Il primo, in ordine cronologico, è l’Annunciazione di Giovanni di Balduccio. Un gruppo scultoreo proveniente dal medioevo. Datata ai primi decenni del ‘300, l’opera si forma di due soggetti. L’Arcangelo Gabriele e la Vergine, ovvero i protagonisti di uno degli episodi più rappresentati della storia religiosa. Ad essere figurato è proprio quell’attimo, che appare come sospeso, in cui Maria apprende la notizia della nascita di Gesù. La seconda acquisizione è invece la tela di Agnolo di Cosimo, meglio noto come il Bronzino.

Capolavori italiani. La Getty Villa di Los ANgeles con vista dal parco
Foto di Robert Blankenbaker da Pixabay

L’opera riprende nel titolo la scena riprodotta in pittura. Madonna col Bambino con santa Elisabetta e san Giovanni Battista. Realizzata nel 1540 circa, anche qui ci troviamo difronte ad un’immagine sacra. La Vergine cinge con un braccio il Bambino mentre con l’altro sfiora delicatamente il san Giovannino. Quest’ultimo è collocato in posizione più bassa, quasi al limite del profilo inferiore. A partecipare alla scena appare anche Elisabetta, madre di san Giovanni, si trova alle spalle di Maria. Giunti solo qualche giorno fa a Los Angeles, i due capolavori italiani vanno ad aumentare la già prestigiosa collezione del Getty Museum. Un’acquisizione che rafforza ulteriormente il rapporto di stima verso la cultura italiana. 

Sabrina Cernuschi

Autore: Sabrina Cernuschi

Laureata in Scienze Storiche lavoro da anni nel campo della didattica culturale. Amo curiosare dietro i perché delle cose per scoprirne le origini, le storie e rimanerne entusiasta un po’ come capita ai bambini quando esplorano! Per questo prediligo scrivere articoli a tema cultura: sempre alla ricerca di qualcosa di nuovo su cui indagare!
Capolavori italiani: le ultime acquisizioni del Getty Museum ultima modifica: 2019-11-05T09:00:59-05:00 da Sabrina Cernuschi

Commenti

To Top