LO SAPEVI CHE PERSONAGGI

Federico Faggin, l’italiano inventore del microchip

Federico faggin - Radiopadova

Federico Faggin, italiano, originario di Vicenza, è il fisico inventore del microchip, l’uomo senza il quale, la tecnologia moderna forse non esisterebbe.

Federico Faggin

Faggin, dopo il diploma di perito industriale, e specializzazione in Radiotecnica a Vicenza, inizia subito a occuparsi di calcolatori alla Olivetti. Il vicentino progetta la nascita di  un piccolo computer elettronico digitale a transistori con 4 Ki × 12 bit di memoria magnetica, qualcosa all’avanguardia allora.

Federico faggin -  Cyber

Faggin si laurea in fisica summa cum laude a Padova, diventando subito assistente incaricato, e insegnando nel laboratorio di elettronica. La ricerca però già era un punto fermo, e i flying spot scanner avevano già la sua massima attenzione. La sua brillante carriera solo all’inizio, si consolida alla SGS-Fairchild di Agrate Brianza, dove sviluppa la prima tecnologia di processo; per la fabbricazione di circuiti integrati MOS, progettando i primi due circuiti integrati commerciali MOS. Faggin parte per la California, verso Palo Alto. Qui si dedica allo sviluppo del MOS, la prima tecnologia al mondo per produrre circuiti integrati con gate auto-allineante.

Palo Alto e il microchip italiano

Federico Faggin produce qui il primo circuito integrato commerciale con la Silicon Gate Technology, il Fairchild 3708; un multiplexer analogico a 8 canali con decoding logic. Senza sosta, sviluppa anche il processo di silicon gate a N-channel e lavora a processi avanzati di CMOS e BiCMOS con silicon gate. Per la prima volta al mondo si fabbricano di circuiti integrati MOS su larga scala, ad alta velocità e a basso costo.

Federico faggin -  Italypost
fonte – Italypost

Nel 1970 passa alla Intel, dove sviluppa e dirigere il progetto del primo microprocessore, il 4004, contribuendo con idee fondamentali alla sua realizzazione. La metodologia creata da Faggin per sviluppare il 4004, ha dato vita alle prime generazioni di microprocessori della Intel. Il 4004 è stato il primo microprocessore che integrava in un solo chip, una potenza di calcolo superiore al primo calcolatore elettronico al mondo. Usando la stessa metodologia, è nato l’8008, il primo microprocessore a 8 bit.

microprocessore Z80

L’8008 e l’8080 sono stati la base dei processori 8086, che ancora oggi domina il mercato dei personal computer. Nel 1973 Faggin diventa manager responsabile di tutta l’attività di circuiti MOS. Sotto la sua guida nascono più di venticinque circuiti integrati commerciali, inclusa la prima memoria RAM ad alta velocità a 5 volt e 1024 bit. Inarrestabile, nel 1974, il vicentino fonda  la ZiLOG, la prima società dedicata esclusivamente alla produzione di microprocessori.

Federico faggin -  Microchip

Il primo e più famoso prodotto della Zilog è il microprocessore Z80, diventando il microprocessore a 8-bit di maggiore successo sul mercato; usato nei primi videogiochi e di home computer come i Sinclair ZX80. Nel 1980 Faggin diventa il principale finanziatore della Exxon, e fonda la Cygnet Technologies con la quale crea e produce il Communication CoSystem. Era un apparecchio innovativo che permetteva di collegare personal computer e telefono per la trasmissione di voce e dati.

Barak Obama e Federico Faggin

Faggin nel 1986 diventa uno dei fondatori della Synaptics, contribuendo a diffondere il touchpad. Dal 2004 Faggin è amministratore delegato della Foveon, che produce avanzati sensori d’immagine per fotocamere digitali. Il 19 ottobre 2010 Faggin ha ricevuto la Medaglia Nazionale per la Tecnologia e l’Innovazione dal presidente, Barack Obama.

Palo Alto
Università di Stanford – Palo Alto

Nel 2011 ha fondato la Federico ed Elvia Faggin Foundation; una organizzazione no-profit dedicata allo studio scientifico della coscienza, per programmi di ricerca presso università e istituti di ricerca statunitensi. Nel 2015 la Fondazione Federico e Elvia Faggin ha stabilito una cattedra di Fisica dell’Informazione presso l’Università della California, Santa Cruz, per sostenere lo studio di sistemi complessi; biofisica, scienze cognitive e matematica nel tema unificatore della fisica dell’informazione.

Simona Aiuti

Autore: Simona Aiuti

Mi chiamo Simona Aiuti, sono giornalista, web editor e autrice di romanzi. La scrittura è parte di me; amo la letteratura, esplorare i mutamenti del costume, la storia, lo sport, e l’arte. Mi piace visitare i musei, le mostre. Sono affascinata dall’inconoscibile e curiosa del mondo.
Federico Faggin, l’italiano inventore del microchip ultima modifica: 2019-08-13T09:00:25-04:00 da Simona Aiuti

Commenti

To Top